>


santibriganti Teatro

 

 


 

Piccola trilogia degli altri bambini
progettino 2011/2016

Guardarsi intorno, e vedere. Aprire lo sguardo al mondo per quello che è, senza sterili abbellimenti. Il teatro ragazzi parla ai bambini raccontando loro storie e realtà. A volte la realtà è: brutta, difficile, assurda, triste. E’ quella che è, la si può incontrare e si può volerla narrare. Così un regista, attore, autore, Maurizio Bàbuin di Santibriganti Teatro, triplice e felice padre, si è guardato attorno, ha visto certe realtà, le ha raccolte nell’esperienza e nella memoria e le ha rappresentate in palcoscenico. 
La “Piccola trilogia degli altri bambini” comprende tre pièce di teatro ragazzi unite dalla tematica: al centro, sempre, ci sono i diversi, le minoranze, i cosiddetti disagiati. Che poi, considerando gli spettacoli, creati con l’apporto degli attori quindi ancor più vividi, briosi, divertenti, forse il disagio è solo quello che si figura il mondo adulto. Perché la bimba in carrozzina in “YoYo piederuota”, la bimba malata in “Ahi! Ahia! Pirati in corsia!”, il bimbo che scappa in “Fratelli in fuga”, non sono infelici. Ciascuno trova la gioia nella propria personale normalità e, chi può, trova anche la forza di uscire dalla diversità, magari acquistando un nuovo amico, magari maturando un prezioso ricordo per tutta la vita, magari conquistando più fiducia in sé e negli altri.
Questi spettacoli non tratteggiano quadri miracolosi, ma si innervano di fantasie verosimili, immediate, a volte emozionanti. Offrono, agli altri bambini, quelli seduti in platea nel ruolo di spettatori, una visione disincantata ma anche serena, di argomenti di solito temuti. Una chiave di lettura a misura di bambino, che apre anche la mente e il cuore degli adulti.

Maura Sesia

Il progetto “Piccola trilogia degli altri bambini” considera la possibilità di presentare insieme le tre produzioni che lo compongono al pubblico delle scuole, al fine di suscitare, attraverso il divertimento e l’emozione, riflessioni in merito ad argomenti delicati, non di consuetudine trattati dal teatro ragazzi.
Dove possibile, può essere interessante prevedere la presenza e l’intervento, alla fine dello spettacolo, dei componenti delle  fondazioni o associazioni che hanno contribuito e collaborato alla realizzazione degli spettacoli o di realtà simili in ambito nazionale. 

 

 

YoYo Piederuota
(2011)

Giovanni, troppo alto e con due grandi piedi per correre
Giorgia, orgogliosa e con due grandi ruote per forza

con la collaborazione di
UICEP Torino Minibasket - Associazione Sport Disabili
Associazione Ballo Anch’Io

 

 

Ahi! Ahia! Pirati in Corsia!
(2014)

Nina e la sua nuova casa con mamma, papà, dottori, infermieri…
ce n’era uno di nome Camillo.

con la collaborazionedi
Dott.ssa Marcella Amerio
UGI- Unione Genitori Italiani
Direzione Sanitaria Città della Salute e della Scienza di Torino

 

 

Fratelli in Fuga
(23 settembre 2016 – Casa TRG)

Perché scappi fratellino? Io non riesco a dirtelo, ma per farmi sentire posso urlareeeeeee!   Di siblings e di autismo

con il sostegno e la collaborazione di
Fondazione Paideia Onlus

 

 

Santibriganti Teatro
Sede legale e organizzativa: via Palestro 9 - 10024 Moncalieri (TO) | P.IVA / C.F. 08391370015
Tel. 011 64 54 40 | Fax 011 74 350 24 | santibriganti@santibriganti.it