santibriganti Teatro

 

 


 

VIA PAOLO FABBRI 43

Via Paolo Fabbri 43

di e con Toni Mazzara e Stefano Dell’Accio
collaborazione ai testi Monica Bonetto
collaborazione alla regia Nino D’Introna
Musiche di Francesco Guccini

PRODUZIONE Toni Mazzara e Stefano Dell'Accio
DISTRIBUZIONE Santibriganti Teatro


Decimo anno di repliche (cento proprio il 2 agosto del 2006…), dal debutto al Festival Internazionale “Theatropolis” di Moncalieri nel 2000.

In scena due personaggi: un professore ed un suo allievo, insieme per un viaggio in tandem. La meta è una leggenda metropolitana degli anni settanta: casa Guccini a Bologna. E’ l’estate del 1980. Il professore intraprende questa pedalata con l’allievo preferito, poco incline allo studio ma dall’intelligenza vivacissima. E’ l’unico con cui il docente riesca a stabilire un rapporto che superi la contrapposizione scolastica dei ruoli. Per questo l’inedita coppia decide di partire e viaggiando celia e si confronta, con leggerezza ed ironia, sui più disparati temi che li differenziano nella visione complessiva della vita, tra un decennio che finisce e uno che comincia. Da ultimo, stremati, lasceranno il tandem per proseguire in treno, che arriverà a Bologna alle 10.25 del 2 agosto 1980…
Lo spettacolo è stato replicato in Piemonte e a Bologna, Genova, Verona, Brescia etc., raccogliendo ovunque consensi di critica e pubblico.

A Bologna, dopo averlo visto, Francesco Guccini ci ha regalato questa frase: "Bello, interessante, gustoso. Non è proprio tutto vero, ma il teatro, a volte è meglio del vero. Andatelo a vedere". (14 dicembre 2001)

 

genere: teatro d'attore
durata: 90 minuti
tout public e ragazzi dai 14 anni (scheda didattica )

 

 

 

Estratti dalla Rassegna Stampa

da “ Il sole-24ore” del 18/5/03
Non propongono il loro spettacolo nel circuito dei grandi teatri, non godono di attenzioni da parte della stampa nazionale. Eppure Toni Mazzara e Stefano Dell’Accio con il loro Via Paolo Fabbri 43 costituiscono un piccolo caso sociologico perché così, senza clamori, quasi alla buona da ormai tre anni richiamano ovunque un vasto pubblico, composto soprattutto di giovani e giovanissimi, con code al botteghino, repliche aggiuntive e un’insolita partecipazione emotiva… (Renato Palazzi)

da “L’Unità” del 12/5/03
… strano, ingenuo, ma anche commovente spettacolo … di fronte a un pubblico entusiasta di giovani … è, a suo modo un viaggio di formazione dentro recenti drammatiche vicende: due microstorie che si inseriscono nella grande storia, nelle tragedie, nei misteri del nostro paese, di un passato mai dimenticato …Via Paolo Fabbri 43 s’impone allo spettatore per la grande onestà, la capacità di far sorridere e pensare che sono la linfa vitale di questo testo interpretato con grande partecipazione. (Maria Grazia Gregori)

da www.delteatro.it
C'è un teatro «segreto» che si aggira per il palcoscenici italiani, seguito da pubblici spesso entusiasti … Un esempio sorprendente, … di questo teatro nascosto è Via Paolo Fabbri 43 … s'impone allo spettatore … per quella linfa vitale che lo percorre e che nasce dal bisogno di raccontare qualcosa che abbia senso ed eticità. Checché se ne pensi è proprio questo a colpire il pubblico più giovane e che ci spinge a fare nostro l'invito del grande Guccini ad andarlo a vedere. (Maria Grazia Gregori)

da “ Il Manifesto “ del 16/1/02
Bella l’idea di fondo, migliore la realizzazione in questo spettacolo tenero e un po’ feroce che evoca nottatacce in tenda e sveglie che non suonano ed è inutile arrabbiarsi perché “chi dorme non prende pesci, ma prende i sogni” …
Un trascolorare di sentimenti che denuda, infine, un’amicizia vera …

da “ UERRE TEATRO REVIEWS “ – Gennaio 2002
… questo sussulto drammatico dà al testo, già pregevole per lievità e poesia, un taglio simbolico che ne fa un quadro dei bui destini di due generazioni: una che vede svanire i sogni di giustizia per i quali ha vissuto, l’altra cui è negato persino il diritto di sognare

da “ L’ARENA ” di Verona – del 27/11/02
Scandito dal ritmo ondeggiante di “Statale 17”, il viaggio di questi personaggi profondamente umani e allo stesso tempo significativamente rappresentativi di tutta una realtà sociale, è stato seguito dagli spettatori con molti appalusi e senza distrazioni. Tra raffiche di battute … e azzeccati commenti metamusicali simpaticamente ironici, la performance … si è dimostrata davvero notevole ed energica.

da “ BRESCIAOGGI ” di Brescia – del 13/2/03
“Via Paolo Fabbri 43” è uno spettacolo sincero, che parla miscelando dramma e comicità. Toni Mazzara e Stefano Dell’Accio sono una coppia assai credibile e affiatata; non gigioneggiano, non ammiccano, riuscendo a trasmettere momenti di verità a un pubblico che si è divertito e commosso e alla fine li ha salutati con un lungo e caloroso applauso.

Santibriganti Teatro
Sede legale e organizzativa: via Palestro 9 - 10024 Moncalieri (TO) | P.IVA / C.F. 08391370015
Tel. 011 64 54 40 | Fax 011 74 350 24 | santibriganti@santibriganti.it