santibriganti Teatro

 

 


 
 
Con il sostegno di
 

 

Venerdì 24 novembre ore 21
Teatri di Vita (Bologna)
IL FRIGO
di Copi
con Eva Robin’s
scene e costumi Andrea Cinelli
tecnica Fabrizio Montanari
assistente alla regia Daniela Cotti
regia di Andrea Adriatico

Un’interprete d’eccezione per il grande autore franco-argentino Copi alias Raul Damonte. Graffiante, ironico e divertente, il testo si aggroviglia partendo dalla celebrazione del cinquantesimo compleanno di un ex modella alla quale la madre regala un frigorifero. Eva Robin’s incarna una sequela di personaggi cambiando costume e carattere: psicanalista pazza, genitrice crudele, serva sfottente, topo. Un peana di lodi da parte della critica.
Copi morì di Aids nel 1987, fu drammaturgo, attore e disegnatore, conosciuto soprattutto grazie al fumetto della Donna Seduta pubblicato su Linus. Eva Robin’s ha recitato al cinema per Dario Argento, Alessandro Benvenuti, Maurizio Nichetti; torna al teatro affidandosi al regista che l’aveva già guidata nel 1993 in La voce umana di Cocteau, Andrea Adriatico, fondatore dei Teatri di Vita.


Giovedì 30 novembre ore 21
Leart’ (Grottammare - AP)
NATI SOTTO CONTRARIA STELLA
di Williams Shakespeare
con Ruggero Dondi, Salvatore Landolina, Paolo Bessegato, Ernesto Mahieux, Marco Gobetti, Giordano Mancioppi
musico di scena Alessandro Grazian
scene e costumi Maria Carla Ricotti
musiche Dario Buccino
disegno luci Alessandro Verazzi
drammaturgia e regia di Leo Muscato

Sei comici per raccontare La dolorosa storia di Giulietta e del suo Romeo. Intrisi di spirito elisabettiano, interpretano più personaggi, anche quelli femminili. Hanno un aspetto grottesco, buffo e tragico ad un tempo. Protagonisti di un irresistibile spettacolo nello spettacolo, sono un musicante, un attore avventizio ed uno giovane, un promiscuo ed un servo di scena, un attorone ed un figurante. Da Shakespeare deriva un nuovo testo, adatto a questa compagnia che ricorda gli Scalognati dell’ultimo Pirandello. Nessun tradimento al grande bardo: le parole dell’esimio poeta, le emozioni che esse trasmettono da 4 secoli, vincono su tutto. La bislacca congrega è costituita da attori di comprovata esperienza (cinema, televisione, Piccolo Teatro di Milano).


Venerdì 15, Sabato 16 dicembre ore 21
Compagnia Civica/Cosentino/Feliziani/Tagliarini/Timpano (Roma)
GRAND GUIGNOL
tre originali manoscritti dal fondo Sainati
con Andrea Cosentino, Mirko Feliziani, Antonio Tagliarini, Daniele Timpano
adattamento e regia di Massimiliano Civica

Il teatro del Grand Guignol fu inventato alla fine del XIX secolo in Francia dall’ex segretario di un commissario di polizia, Oscar Méténier, autore del Théâtre Libre. Portava in scena tranche de vie cruenta ed autentica: delitti, torture, sadismo, medicina legale, follia. Drammaturgia priva di valore letterario, puramente patologica, atta a far rabbrividire un pubblico ormai disincantato. Ebbe successo. All’inizio del ‘900, per importare in Italia i più noti lavori del genere, l’attore capocomico Alfredo Sainati costituì un’apposita compagnia che assunse la dicitura omonima di Teatro del Grand Guignol. Il gruppo lasciò alla Biblioteca Burcardo di Roma un cospicuo fondo di manoscritti al quale Massimiliano Civica ha ora attinto resuscitando con merito tre copioni, L’Artiglio, Passa la ronda, Il ritorno. Attori uomini rivestono parti femminili. Recitazione astratta ma di straordinaria intensità per queste storie di perdita senza lieto fine.


da Giovedì 28 a Sabato 30 dicembre ore 21 – Domenica 31 dicembre ore 22
Santibriganti Teatro/Teatro del Frizzo (Torino)
LA COMMEDIA DELLA PAZZIA
di Mauro Piombo e Lisa Zuccoli
con Zahira Berrezouga – Maria Augusta Balla, Davide Cuccuru,
Antonella Delli Gatti, Michele Guaraldo, Orlando Manfredi

scenografia e costumi Deborah Gambino
canti e partiture vocali Pietro Mossa luci Andrea Peinetti (Pey)
maschere di Franco Leita regia di Mauro Piombo

Lo spettacolo testimonia dal vivo la grande tradizione italiana della Commedia dell’Arte. La ricerca frenetica del compagno ideale da parte dei due amorosi, Adalia e Fulvio, è il filo conduttore del canovaccio: in una sorta di carnevalesco mondo alla rovescia, i protagonisti si scambiano le vesti. Il tema del doppio è un classico espediente comico: qui coinvolge tutti i personaggi della commedia e li trascina in un carosello di equivoci e situazioni grottesche. Il lavoro si fonda sui tratti caratteristici dell’Improvvisa, sulle sue maschere, richiamate a vita scenica dalla feconda fantasia della spasimante Adalia. La drammaturgia intesse tradizione ed innovazione.
Oltre a numerose repliche in Italia, la pièce ha partecipato ai Festival Avignon Off in Francia, InCurt di Tarragona in Spagna, Internacional de Máscaras e Comediantes di Lisbona in Portogallo; è stata inserita nel cartellone ItalyartCulturalOlympiad in occasione dei XX Giochi Olimpici Invernali - Torino 2006.

Teatro Garybaldi
via Garibaldi 4 Settimo Torinese (TO)

Biglietti:
interi € 10
ridotti € 8
Per la serata del 31 dicembre, biglietti posto unico € 35 prenotazione obbligatoria entro venerdì 22 dicembre

Riduzioni:
giovani fino a 25 anni, anziani oltre 65 anni, studenti universitari,
soci ARCI, tesserati Associazioni socioculturali di Settimo.

A causa della particolare conformazione del teatro, non sarà possibile entrare in sala a spettacolo iniziato, pertanto si raccomanda la massima puntualità.


Informazioni e prenotazioni:
Santibriganti Teatro tel. +39.011.643038 (dal lun. al ven. ore 14–18)


Santibriganti Teatro
Sede legale e organizzativa: via Palestro 9 - 10024 Moncalieri (TO) | P.IVA / C.F. 08391370015
Tel. 011 64 54 40 | Fax 011 74 350 24 | santibriganti@santibriganti.it